Château Doisy-Daëne 2020

Second Cru Classé Sauternes

Se oggi ricordiamo tanto Doisy Daëne quanto Château Doisy-Védrines e Château Doisy-Dubroca, va detto che in origine i tre castelli facevano parte di un’unica struttura successivamente ripartita. Il “Daëne” giunge infatti dal négociant Jean Jacques Emmanuel Daëne che ne acquista una porzione e la tramanda poi in eredità, fino all’arrivo della famiglia Dubourdieu nel 1924, che ha fatto della tenuta un’eccellenza nell’ambito dei grandi vini liquorosi, introducendo inoltre diverse innovazioni.

Second Cru Classé del 1855, Château Doisy-Daene è oggi uno dei nomi iconici della denominazione Barsac, collocata a sud di Bordeaux. Il terroir della zona è oltremodo particolare, trattandosi di un altopiano dalla singolare formazione geologica denominata “le sabbie rosse di Barsac”: si tratta infatti di terreni argillo-sabbiosi delicatamente adagiati su suoli calcarei.

I 18 ettari del castello sono impiantati perlopiù a Sémillon (86%) e per il residuo 14% a Sauvignon Blanc, ma va ricordato che sino al 2008 esisteva anche una piccola porzione coltivata a Muscadelle. Negli ultimi dieci anni la zona produce vini molto diversi dal vecchio ricordo che si è impresso nella nostra mente e nel nostro palato: la zona vede le sue vigne impiantate su roccia calcarea, argille rosse, dunque il vino è più allettante e luminoso.

 

Millesimo 2020

A Château Doisy-Daëne si effettua la ricerca di una vendemmia dalla precisione estrema, dove la purezza degli acini dia alla botritys un DNA meno denso e confit. La leggerezza della concentrazione non pregiudica la grandezza di un vino, e qui la muffa nobile è bilanciata tra ricchezza zuccherina e finezza aromatica.

Vicino del mitico Climens, dopo un brevissimo passaggio in barrique questo cru Classé palesa una purezza e un’eleganza unica, rendendo la sua sorsata generosa e gaudente. L’affinamento avviene per 12 mesi in barrique, con l’annata 2020 che vede un’espressione del Sémillon in purezza al 100%. E’ oro intenso allo sguardo con sentori vanigliati e di albicocca, pesca, mango agrumi e morbide spezie al naso; il vino sa sedurre anche in bocca; la sua evoluzione nel bicchiere è energica e notevole, mentre il finale è persistente e caratterizzato da una limpida freschezza.

Château Doisy-Daëne 2020 è l’espressione perfetta del miglior terroir di Barsac.